Le modalità di rimborso delle tasse scolastiche versate indebitamente

Con la Risposta all’istanza di consulenza giuridica 20 febbraio 2020, n. 3 , l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sulle modalità di richiesta di rimborso delle tasse scolastiche da parte dei soggetti che, pur essendo esonerati, le avevano comunque versate. A tal fine, viene chiarito che ai fini del rimborso si applicano le procedure automatizzate indicate nel Provvedimento 7 febbraio 2014, n. 18173.

Quest’ultimo disciplina infatti l’utilizzo delle procedure automatizzate per tutti i rimborsi di tasse e imposte dirette e indirette che, per disposizioni normative o convenzionali, siano pagati dall’Agenzia delle Entrate.

Al riguardo, si ricorda inoltre quanto segue:

  1. ai sensi dell’art. 11 della Tabella allegata al D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 642, sono esenti dall’imposta di bollo gli “atti e documenti necessari per l’ammissione, frequenza ed esami nella scuola dell’obbligo, in quella materna e negli asili nido; pagelle attestati e diplomi rilasciati dalle scuole medesime”;
  2. ai sensi dell’art. 7, comma 5, della Legge n. 405/1990, sono esenti dall’imposta di bollo “gli atti e documenti concernenti l’iscrizione, la frequenza e gli esami nell’ambito dell’istruzione secondaria di secondo grado, comprese le pagelle, i diplomi, gli attestati di studio e ladocumentazione similare”;
  3. il citato D.P.R. n. 642/1972, al punto 2, lettera e), della nota in calce all’art. 4 della Tariffa, parte prima, stabilisce che sono esenti dall’imposta gli atti e documenti relativi all’istruzione secondaria di secondo grado;
  4. ai sensi dell’art. 200, comma 7 , del D.Lgs. n. 297/1994, sono dispensati dalle tasse scolastiche, nonché dall’imposta di bollo gli alunni e i candidati che appartengono a famiglie di disagiata condizione economica e rientrino in una delle seguenti categorie:
    a. orfani di guerra, di caduti per la lotta di liberazione, di civili caduti per fatti di guerra, di caduti per causa di servizio o di lavoro;
    b. figli di mutilati o invalidi di guerra o per la lotta di liberazione, di militari dichiarati dispersi, di mutilati o di invalidi civili per fatti di guerra, di mutilati o invalidi per causa di servizio o di lavoro;
    c. ciechi civili.
logo