Moto e scooter elettrici o ibridi: è possibile prenotare il contributo con rottamazione

Da ieri è possibile prenotare il contributo per l’acquisto con la rottamazione di moto e scooter elettrici o ibridi, “mentre a giorni potrà essere prenotato il contributo senza rottamazione”: lo ha reso noto il Ministero dello Sviluppo economico con un avviso pubblicato sul proprio sito. A tal fine è stata predisposta la piattaforma online ecobonus.mise.gov.it.

Si ricorda che, attraverso la modifica dell’art. 1, comma 1057 , della Legge 30 dicembre 2018, n. 145 (legge di Bilancio 2019), l’art. 44-bis del decreto “Rilancio” (D.L. 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modifiche dalla Legge 17 luglio 2020, n. 77) riconosce contributi a chi nel 2020 acquista, anche in leasing, e immatricola in Italia un veicolo elettrico o ibrido nuovo di fabbrica delle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e.

Il contributo è riconosciuto nella misura del:

  • 30 per cento del prezzo di acquisto, fino a un massimo di 3mila euro;
  • 40 per cento del prezzo di acquisto, fino a un massimo di 4mila euro, nel caso sia consegnato per la rottamazione un veicolo di categoria euro 0, 1, 2 o 3 o un veicolo che sia stato oggetto di ritargatura obbligatoria, di cui si è proprietari o intestatari da almeno 12 mesi o di cui sia intestatario o proprietario, da almeno 12 mesi, un familiare convivente.
logo