Nel decreto “Rilancio” spunta il bonus matrimoni

Tra gli emendamenti al disegno di legge di conversione del decreto “Rilancio” (D.L. 19 maggio 2020, n. 34), attualmente all’esame del Parlamento, vi è anche la proposta di introdurre agevolazioni fiscali per le spese relative alla celebrazione del matrimonio. Si prevede in particolare la detraibilità dall’Irpef nella misura del 25 per cento delle spese sostenute, per un ammontare complessivo non superiore a 25mila euro.

Tra i costi agevolati, i servizi di ristorazione e catering, acconciature e wedding planner, addobbi floreali, servizi fotografici e gli abiti degli sposi.

logo