Non automatica la decadenza dal beneficio ottenuto utilizzando una dichiarazione falsa

Non è automatica la decadenza dal beneficio ottenuto utilizzando una falsa dichiarazione: lo ha affermato il Tar Molise con la sentenza 6 novembre 2019, n. 478, depositata lo scorso 28 dicembre. Per i giudici amministrativi, in particolare, l’Amministrazione procedente è tenuta a valutare caso per caso tutti gli elementi emersi nel corso del procedimento affinché la sanzione prevista dalla legge, e cioè la perdita dei benefici conseguiti per effetto della falsa dichiarazione, non sia irragionevolmente applicata nelle ipotesi di mere irregolarità nella dichiarazione.

Al riguardo si ricorda che, ai sensi dell’art. 75 (“Decadenza dai benefici”) del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 (“Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa”), “fermo restando quanto previsto dall’articolo 76, qualora dal controllo di cui all’articolo 71 emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera”.

logo