Otto per mille dell’Irpef a diretta gestione statale anno 2019: domande entro il 30 settembre

Scadrà il prossimo 30 settembre il termine di presentazione delle domande di accesso al contributo dell’otto per mille dell’Irpef a diretta gestione statale per l’anno 2019, in relazione alle categorie “Fame nel mondo”, “Calamità naturali”, “Assistenza ai rifugiati e ai minori stranieri non accompagnati” e “Conservazione dei beni culturali”. In particolare, le istanze – accompagnate da una relazione tecnica che comprovi i requisiti richiesti – dovranno essere inviate al seguente indirizzo: “Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento per il coordinamento amministrativo – Servizio per le procedure di utilizzazione dell’otto per mille dell’Irpef, secondo le seguenti modalità:

  • raccomandata A.R. (fa fede il timbro di spedizione dell’ufficio postale);
  • consegna a mano presso la Presidenza del Consiglio dei ministri – Palazzo Chigi – Centro di accettazione – Via dell’Impresa, n. 89 (dal lunedì al venerdì: orario 8.00 – 19.30 – sabato: 8.30 – 12.30). In caso di invio tramite raccomandata o consegna a mano è necessario trascrivere sulla busta la seguente dicitura “CONTRIBUTO OTTO PER MILLE DELL’IRPEF STATO – ANNO 2019”;
  • pec, al seguente indirizzo: “ottopermille.dica@pec.governo.it”.

Si ricorda che le risorse della quota dell’otto per mille derivanti dalle dichiarazioni dei redditi relative agli anni dal 2016 al 2025 e riferite alla categoria “Conservazione di beni culturali” sono destinate agli interventi di ricostruzione e di restauro dei beni culturali danneggiati o distrutti a seguito del terremoto che ha colpito il Centro Italia. A tal fine si rinvia agli allegati 12 e 2-bis, del D.L. 17 ottobre 2016, n. 189, convertito con modifiche dalla Legge 15 dicembre 2016, n. 229, all’art. 21-ter del D.L. 9 febbraio 2017, n. 8, nonché alla Delibera del Consiglio dei ministri 23 settembre 2017 . In materia vige inoltre il D.P.R. 10 marzo 1998, n. 76, che disciplina i criteri e le procedure per l’utilizzazione della quota dell’otto per mille dell’Irpef devoluta alla diretta gestione statale.

logo