Partecipazioni delle P.A.: Corte dei Conti e Dipartimento del Tesoro avviano la revisione periodica

Il Dipartimento del Tesoro ha aperto l’applicativo “Partecipazioni” del Portale https://portaletesoro.mef.gov.it ai fini della comunicazione annuale dei dati relativi alla revisione periodica delle partecipazioni pubbliche e alla relazione sull’attuazione del precedente piano di razionalizzazione, nonché le informazioni sulle partecipazioni e sui rappresentanti in organi di governo di società ed enti al 31 dicembre 2018: lo ha reso noto la Corte dei Conti.

Al riguardo si precisa quanto segue:

  1. l’acquisizione dei dati terminerà il 15 maggio 2020;
  2. sono tenute ad effettuare tale comunicazione le Pubbliche Amministrazioni;
  3. le Amministrazioni accreditate sull’applicativo Con.Te (Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni) devono trasmettere i provvedimenti esclusivamente tramite le funzionalità dello stesso applicativo, già utilizzate per la trasmissione dei documenti istruttori;
  4. le Amministrazioni e gli enti non accreditati sull’applicativo Con.Te (Camere di commercio, Università, Unioni di Comuni, Comunità montane, Consorzi, ecc.) devono trasmettere attraverso pec all’indirizzo intestato alla Sezione di controllo territorialmente competente, reperibile sul sito istituzionale della Corte dei conti, oppure con altre modalità concordate con la Sezione;
  5. sul portale sono disponibili il manuale operativo e le istruzioni per la compilazione elaborate dal Mef-Dipartimento del Tesoro, d’intesa con la Corte dei conti;
  6. resta fermo l’obbligo di comunicazione alla competente Sezione della Corte dei Conti dei provvedimenti di revisione periodica delle partecipazioni societarie al 31 dicembre 2018;
  7. la materia è disciplinata dall’art. 20, commi 12 e 4, del D.Lgs. 19 agosto 2016, n. 175 (Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica) e dall’art. 17 del D.L. 24 giugno 2014, n. 90, convertito con modifiche dalla Legge 11 agosto 2014, n. 114 (Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari).
logo