Planimetrie catastali consultabili anche attraverso i collaboratori

Con il Provvedimento direttoriale 16 settembre 2010, l’Agenzia del Territorio ha dettato la disciplina relativa alle modalità di consultazione telematica delle planimetrie catastali. Ora, con il Provvedimento direttoriale 11 febbraio 2021, Prot. n. 41910/2021, l’Agenzia delle Entrate ha:

  1. esteso l’accesso al servizio ad ogni atto o attività per cui si è ricevuto apposito incarico;
  2. previsto la possibilità, per i soggetti abilitati, di abilitare a loro volta i propri collaboratori ad effettuare e sottoscrivere in proprio la richiesta di consultazione.

Tale novità sarà operativa a decorrere dalla data che sarà fissata dall’Agenzia delle Entrate attraverso un apposito comunicato. In particolare:

  1. nel caso di servizio effettuato tramite collaboratori, la consultazione telematica della planimetria avviene previa sottoscrizione da parte del collaboratore delegato, con firma digitale, di un’apposita richiesta attraverso l’accesso al sistema telematico dell’Agenzia delle Entrate;
  2. il collaboratore richiedente dichiara, ai sensi degli articoli 3847 e 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, di essere a diretta conoscenza del fatto che il proprio delegante è:
    1. un professionista abilitato alla presentazione degli atti di aggiornamento catastale, incaricato – da parte di un soggetto legittimato – della redazione di atti tecnici di aggiornamento del catasto edilizio urbano o di altri atti e attività concernenti l’immobile o di adempimenti connessi alla stipula di atti concernenti l’immobile, nonché dall’autorità giudiziaria; oppure
    2. un notaio o altro pubblico ufficiale incaricato della stipula di atti concernenti l’immobile;
  3. l’incarico professionale dev’essere conservato in originale dal professionista per almeno cinque anni.
logo