Proroga al 15 ottobre dello stato di emergenza Covid-19 e legge europea: le decisioni del Consiglio dei Ministri

Approvato ieri sera dal Consiglio dei Ministri un decreto-legge che – alla luce della risoluzione varata dal Senato – proroga dal 31 luglio al 15 ottobre 2020 lo stato di emergenza da Covid-19, e quindi le disposizioni contenute nei decreti legge nn. 19 e 33 del 2020.

Il decreto prevede la cessazione al 31 luglio degli altri termini connessi o correlati alla cessazione dello stato di emergenza, previsti da disposizioni diverse da quelle specificamente richiamate nel decreto stesso, disponendo altresì che restano in vigore fino all’adozione dei decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell’art. 2, comma 1, del D.L. n. 19 del 2020, e comunque non oltre dieci giorni dalla data di entrata in vigore del decreto, le disposizioni di cui al D.P.C.M. 14 luglio 2020.

È stato inoltre approvato il disegno di legge europea 2019-2020, contenente misure necessarie per l’adeguamento della normativa italiana agli obblighi imposti dall’Unione europea.

In particolare, il provvedimento interviene tra l’altro nei seguenti ambiti:

  • equità e trasparenza per gli utenti commerciali dei servizi di intermediazione online (Regolamento n. 2019/1150);
  • specificazione del formato elettronico unico di comunicazione (Regolamento n. 2018/815);
  • tutela dei diritti di proprietà intellettuale da parte delle autorità doganali (Regolamento n. 528/2012);
  • biocidi (Regolamento n. 528/2012);
  • prodotti cosmetici (Regolamento n. 1223/20009);
  • istituzione di un regime comunitario di controllo delle esportazioni, del trasferimento, dell’intermediazione e del transito di prodotti a duplice uso (Regolamento n. 428/2009);
  • contratti di credito ai consumatori relativi a beni immobili residenziali (Direttiva n. 2014/17/UE);
  • riconoscimento delle qualifiche professionali (Direttiva n. 2013/55/UE);
  • bilanci d’esercizio, ai bilanci consolidati e alle relative relazioni di talune tipologie di imprese (Direttiva n. 2013/34/UE); codice comunitario relativo ai medicinali veterinari (Direttiva n. 2003/109/CE).
logo