Registratore telematico, in caso di chiusura temporanea dell’attività non è necessaria alcuna operazione

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una guida contenente una serie di indicazioni sugli adempimenti da porre in essere in materia di corrispettivi telematici nella fase di emergenza da Covid-19. Nel documento vengono forniti chiarimenti tra l’altro per la situazione in cui il contribuente eserciti una o più attività per le quali è stata prevista la chiusura temporanea e il decreto “Rilancio” (D.L. 19 maggio 2020, n. 34) non ne consenta ancora la riapertura. In particolare:

  1. in caso di chiusura di una sede dotata di registratore telematico, analogamente a quanto accade nei giorni in cui l’esercizio rimane chiuso per motivi ordinari (ad esempio, riposo settimanale, ferie o malattia), l’esercente non è tenuto ad effettuare alcuna operazione sul registratore telematico, né ad effettuare alcuna comunicazione all’Agenzia delle Entrate;
  2. al termine della prima giornata di riapertura, l’esercente è tenuto ad effettuare la chiusura di cassa giornaliera, e il registratore telematico certificherà in automatico all’Agenzia delle Entrate l’assenza di corrispettivi memorizzati durante i giorni in cui l’esercizio è rimasto chiuso;
  3. in alternativa, durante la chiusura l’esercente può cambiare lo stato del registratore telematico da “in servizio” a “fuori servizio”: a tal fine occorre accedere con le proprie credenziali al portale “Fatture e Corrispettivi”, e seguire il percorso “vai a Corrispettivi →Gestore ed esercente →Ricerca dispositivo”.

L’Agenzia fornisce inoltre indicazioni per l’eventualità che negli esercizi aperti si verifichino malfunzionamenti del registratore telematico durante il periodo di emergenza Coronavirus. I malfunzionamenti dei registratori telematici possono essere di due tipi:

  1. guasto totale: non è possibile emettere i documenti commerciali relativi alle singole vendite;
  2. problema di connettività internet: l’emissione dei documenti commerciali durante la giornata è stata regolare, e quindi il registratore telematico ha correttamente memorizzato i dati dei corrispettivi, ma il registratore non riesce a trasmettere i file con i dati dei corrispettivi giornalieri al momento della chiusura di cassa o nei giorni immediatamente successivi.
logo