Riapertura rottamazione e saldo e stralcio al 31 luglio, presentato un emendamento al Decreto Crescita

Depositato l’emendamento che riapre i termini per l’adesione alla rottamazione- ter e al saldo e stralcio al 31 luglio 2019. Lo ha annunciato il sottosegretario all’Economia Massimo Bitonci.

Entro tale data – ha spiegato Bitonci – il debitore dovrà dichiarare la volontà di aderire alla sanatoria, con le stesse modalità già previste per la rottamazione-ter, scegliendo il pagamento in un’unica soluzione al 30 novembre 2019 o in un massimo di 17 rate, la prima della quali da versare sempre al 30 novembre.

Per i contribuenti che non sono riusciti a presentare la domanda entro lo scorso 30 aprile – termine stabilito dal decreto fiscale n. 119/2018 – le rate stabilite sono 17, anziché 18, la prima delle quali con un importo pari al 20% di quanto dovuto e le restanti rate nella misura del 10%.

Anche per l’adesione al saldo e stralcio, come detto, il nuovo termine per la presentazione della domanda è stato fissato al prossimo 31 luglio.

Si ricorda che il Ddl n. 1807, di conversione in legge del decreto crescita (D.L. 30 aprile 2019, n. 34 ), è attualmente all’esame della Camera.

logo