Sport bonus, entro il 22 luglio le erogazioni liberali

Nei giorni scorsi, l’Ufficio per lo Sport presso la Presidenza del Consiglio ha pubblicato l’elenco dei soggetti (identificati attraverso un numero seriale) che possono effettuare erogazioni liberali in denaro per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici o per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche (Sport Bonus). Pertanto le imprese, gli enti non commerciali e le persone fisiche devono effettuare le erogazioni liberali entro il 22 luglio 2019 tramite bonifico bancario, bollettino postale, carte di debito, carte di credito e prepagate, assegni bancari e circolari.

Entro il 1° agosto 2019, inoltre, gli enti beneficiari delle erogazioni liberali, dovranno dare comunicazione all’Ufficio per lo Sport dell’avvenuto versamento in denaro, compilando l’apposito modulo ed inviandolo a mezzo pec al seguente indirizzo: ufficiosport@pec.governo.it. Successivamente, sul proprio sito istituzionale l’Ufficio per lo sport pubblicherà l’elenco dei beneficiari del credito di imposta, individuabili attraverso il numero di codice seriale.

Al riguardo si ricorda che:

  1. l’agevolazione è riconosciuta anche nel caso in cui le donazioni siano destinate a soggetti concessionari o affidatari degli impianti;
  2. il credito d’imposta è riconosciuto alle persone fisiche e agli enti non commerciali nel limite del 20 per cento del reddito imponibile e ai soggetti titolari di reddito d’impresa nel limite del 10 per mille dei ricavi annui, ed è ripartito in tre quote annuali di pari importo;
  3. per i soggetti titolari di reddito d’impresa il credito d’imposta è utilizzabile tramite compensazione con il modello F24, e non rileva ai fini delle imposte sui redditi e dell’Irap;
  4. non è ammesso il cumulo dell’agevolazione in commento con altri incentivi fiscali previsti da altre norme a fronte delle medesime erogazioni;
  5. ai fini del credito d’imposta, le erogazioni liberali devono essere effettuate esclusivamente attraverso bonifico bancario, bollettino postale, carte di debito, carte di credito e prepagate, oppure assegni bancari e circolari.
logo