Stabiliti gli elementi di incoerenza per il 730/2020 con esito a rimborso

Con il Provvedimento direttoriale 5 giugno 2020, n. 2020/225347 , l’Agenzia delle Entrate ha approvato i criteri di individuazione degli elementi di incoerenza da utilizzare ai fini dei controlli dei modelli 730/2020 con esito a rimborso.

In particolare, con riferimento alle predette dichiarazioni, presentate dai contribuenti con modifiche rispetto alla dichiarazione precompilata che incidono sulla determinazione del reddito o dell’imposta, tali elementi di incoerenza sono individuati:

  1. nello scostamento per “importi significativi” dei dati risultanti nei modelli di versamento, nelle certificazioni uniche e nelle dichiarazioni dell’anno precedente;
  2. nella presenza di altri elementi di “significativa incoerenza” rispetto ai dati inviati da enti esterni o a quelli esposti nelle certificazioni uniche;
  3. nella presenza di “situazioni di rischio” individuate in base alle irregolarità verificatesi negli anni precedenti.
logo