Studio di Confindustria sull’andamento degli investimenti in Italia

Da inizio 2015 gli investimenti in Italia avevano ripreso ad aumentare, ma dall’estate 2018 tale crescita “si è sostanzialmente fermata”: lo sottolinea il Centro Studi di Confindustria in un documento (dal titolo “Perchè frenano gli investimenti privati in Italia?”).

Tale riduzione è dovuta – sostiene Confindustria – sia “dall’esaurirsi della spinta degli incentivi, sia dal netto peggioramento delle attese di domanda, crollate da inizio 2018”.

In tale contesto si aggiunga anche “un vincolo stringente sui volumi di credito disponibili”: le imprese italiane, infatti, stanno chiedendo più credito alle banche, per finanziare i progetti produttivi.

Tuttavia, da metà 2018 dal lato dell’offerta si è registrato un irrigidimento “che ha accresciuto il costo della raccolta bancaria e svalutato i portafogli di titoli”.

logo