Tax credit cinema, altre indicazioni dal Mibact

Il Ministero dei beni e delle attività culturali ha pubblicato ieri quattro diversi avvisi ai fini della presentazione di alcune tipologie di richieste di accesso al tax credit cinema, fornendo altresì ulteriori chiarimenti in materia.

Si ricorda che nei giorni scorsi era stato precisato – con riferimento alla realizzazione in Italia di opere cinematografiche straniere – che sono ammissibili all’agevolazione, in presenza di determinati requisiti:

  1. le spese sostenute da imprese di produzione esecutive e di post-produzione italiane per la realizzazione, su commissione di produzioni estere, di opere audiovisive o parti di esse non aventi il requisito della nazionalità italiana;
  2. le imprese di produzione esecutiva e di post-produzione italiane che non siano in possesso di quote di diritti sull’opera audiovisiva.
logo