Tax credit commissioni POS, entro venerdì 20 novembre la comunicazione unica per ottobre

Ai sensi dell’art. 22, commi 1 e 1-bis, del D.L. 26 ottobre 2019, n. 124, convertito con modifiche dalla Legge 19 dicembre 2019, n. 157, agli esercenti attività di impresa, arte o professioni spetta un credito di imposta pari al 30 per cento delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate mediante carte di credito, di debito o prepagate emesse da operatori finanziari soggetti all’obbligo di comunicazione di cui all’art. 7, comma 6, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 605. Il credito d’imposta spetta anche per le commissioni addebitate sulle transazioni effettuate mediante altri strumenti di pagamento elettronici tracciabili.

Gli operatori che mettono a disposizione degli esercenti tali sistemi di pagamento sono tenuti a trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate le informazioni necessarie a controllare la spettanza del credito d’imposta (a tal fine sono stati emanati il Provvedimento della Banca d’Italia 21 aprile 2020 e il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate 29 aprile 2020, n. 181301/2020).

Al riguardo si ricorda che, in relazione ai dati dei mesi di luglio, agosto e settembre 2020, è possibile effettuare entro il 20 novembre 2020 una comunicazione cumulativa con i dati del mese di ottobre 2020 (Risposta all’istanza di interpello 27 ottobre 2020, n. 503).

logo