Tributi locali, adempimenti dell’ente locale che ha ricevuto una somma spettante allo Stato

Nel caso in cui il contribuente abbia versato all’ente locale una somma spettante allo Stato, e non vi siano importi da restituire, il Comune è tenuto a:

  1. comunicare, mediante l’applicazione “Certificazione rimborsi al cittadino”, disponibile sul Portale federalismo fiscale, l’importo totale e la quota versata dal contribuente all’ente stesso ma di pertinenza dell’Erario; a tal fine occorre inserire i relativi dati nella sezione dell’applicazione informatica indicata nella guida operativa alla sezione 2.5 – “Istruttoria che dà seguito alla regolazione contabile di cui al comma 727 art. 1 della legge n. 147 del 2013”;
  2. procedere al riversamento all’Erario delle somme ad esso spettanti.

A tal fine:

  1. il Comune riversa tali somme sul capitolo di capo 10, n. 3465, articolo 4, denominato “Rimborsi e concorsi diversi dovuti dai comuni”, indicando nella causale del versamento “Rimborsi IMU di spettanza erariale ai sensi della circolare DF n. 1/2016”;
  2. il versamento va effettuato mediante bonifico bancario o postale;
  3. l’indicazione dei codici IBAN da utilizzare, relativi alla Tesoreria dello Stato territorialmente competente, è reperibile al seguente link.
logo