Commercialisti, lavori in corso sulla riforma dell’Ordinamento professionale

Il Consiglio nazionale dei commercialisti sta lavorando sulla definizione di una proposta organica di riforma dell’Ordinamento professionale, regolato dal D.Lgs. n. 139/2005 , che verrà presentata il prossimo 4 luglio a Roma in occasione dell’Assemblea dei Presidenti, aperta a tutti gli iscritti. Lo ha comunicato il presidente nazionale, Massimo Miani, con l’Informativa n. 45 del 31 maggio 2018 indirizzata agli Ordini territoriali, insieme ad alcuni documenti con spunti di riflessione e proposte di modifica sulle quali viene richiesta l’opinione dei presidenti degli Ordini locali e quella dei loro iscritti. Il termine per la presentazione delle osservazioni è fissato al prossimo 24 giugno.

Tra le ipotesi di modifica sottoposte al confronto vi sono:

  • la struttura e le procedure elettorali degli Ordini territoriali, che potrebbero essere accorpati, e del Consiglio Nazionale, con la proposta di riduzione del numero di componenti;
  • la durata e l’oggetto del tirocinio professionale e dell’esame di abilitazione, per riallinearlo a quello dei revisori legali. In particolare, viene previsto l’ampliamento della durata del tirocinio, che passa dai 18 mesi attuali a 3 anni, di cui 2 da svolgere in concomitanza con il biennio della laurea specialistica. Per quanto riguarda l’esame di Stato, viene ipotizzata l’eliminazione della terza prova e la sostituzione con quella in materia di revisione prevista dal D.M. n. 63/2016 .
logo