Entro il 30 luglio il versamento del saldo Iva 2019 (soggetti non Isa)

Scadrà giovedì prossimo, 30 luglio, il termine di versamento – in un’unica soluzione o come prima rata – del saldo Iva 2019, risultante dalla dichiarazione IVA annuale. Al riguardo si precisa quanto segue:

  1. sono tenuti all’adempimento i contribuenti titolari di partita Iva non interessati dall’applicazione degli Isa e non forfetari tenuti ad effettuare i versamenti risultanti dai modelli 730/2019, Redditi Persone fisiche 2020, Redditi Società di persone 2020 e Irap 2020, che si avvalgono della facoltà di effettuare i versamenti entro il 30° giorno successivo al termine previsto (30 giugno), ai sensi dell’art. 17, comma 2, del D.P.R. n. 435/2001;
  2. i tratta del versamento – in un’unica soluzione o come prima rata – del saldo Iva relativo al 2019 risultante dalla dichiarazione Iva annuale, maggiorata dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16 marzo 2020 – 30 giugno 2020, con l’ulteriore maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo;
  3. a tal fine si utilizzano i seguenti codici tributo:
    – “1668 – Interessi pagamento dilazionato imposte erariali”;
    – “6099 – Versamento Iva sulla base della dichiarazione annuale”.
logo