Entro mercoledì 31 ottobre la presentazione del 770

Sul proprio profilo Twitter l’Agenzia delle Entrate ha riepilogato alcune regole che accompagnano l’invio della dichiarazione dei sostituti d’imposta (modello 770).

Viene infatti precisato che detta dichiarazione:

  1. dev’essere presentata esclusivamente in via telematica:
    a) direttamente dal sostituto d’imposta;
    b) tramite un intermediario abilitato (ex art. 3, comma 3, del D.P.R. n. 322/1998);
    c) tramite altri soggetti incaricati (per le Amministrazioni dello Stato);
    d) attraverso società appartenenti al gruppo;
  2. si considera presentata nel giorno in cui si conclude la ricezione dei dati da parte dell’Agenzia delle Entrate. La prova della presentazione è rappresentata dalla comunicazione telematica attestante l’avvenuto ricevimento dei dati;
  3. dev’essere presentata entro il prossimo 31 ottobre.

Sono tenuti a presentare il modello770/2018 i soggetti che nel 2017 hanno corrisposto somme o valori soggetti a ritenuta alla fonte su:

  • redditi di capitale;
  • compensi per avviamento commerciale;
  • contributi ad enti pubblici e privati;
  • riscatti da contratti di assicurazione sulla vita;
  • premi e vincite;
  • altri proventi finanziari, compresi quelli derivanti da partecipazioni a organismi di investimento collettivo in valori mobiliari di diritto estero;
  • utili e altri proventi equiparati derivanti da partecipazioni in società di capitali;
  • titoli atipici;
  • redditi diversi.

Sono inoltre obbligati i soggetti che hanno corrisposto somme o valori soggetti a ritenuta alla fonte, ai sensi degli artt. 23242525-bis25-ter e 29, del D.P.R. n. 600/1973 e 33, comma 4, del D.P.R. n. 42/1988.

logo