Fattura elettronica, prorogata a settembre la moratoria sulle sanzioni

Alla fine è passato l’emendamento al disegno di legge di conversione del D.L. n. 119/2018 che proponeva la proroga fino al 30 settembre 2019 della moratoria sulle sanzioni collegate a violazioni in materia di fatturazione elettronica. Almeno per i contribuenti che effettuano i versamenti mensili del tributo. La proposta è stata approvata dall’Aula del Senato.

Si ricorda che l’art. 10 del decreto – nella versione pubblicata in Gazzetta Ufficiale – dispone, attraverso la modifica dell’art. 1, comma 6, del D.Lgs. 5 agosto 2015, n. 127, l’esclusione dall’applicazione di sanzioni per il primo semestre del periodo d’imposta 2019 in caso di emissione della fattura elettronica oltre il termine, ma comunque nei termini relativi alla liquidazione periodica Iva (mensile o trimestrale).

Si applicano invece le sanzioni nella misura del 20 per cento se la fattura emessa tardivamente partecipa alla liquidazione periodica del mese o trimestre successivo.

Inoltre, se il cessionario ha detratto l’imposta in assenza di una fattura elettronica, nei confronti del medesimo non si applicano le sanzioni qualora il documento venga emesso entro i termini della propria liquidazione periodica.

logo