Il bonus “acqua potabile” spetta nella misura del 30,3745 per cento dell’importo richiesto

|

Con il Provvedimento direttoriale 31 marzo 2022, Prot. n. 2022/102326 , l’Agenzia delle Entrate ha fissato al 30,3745 per cento dell’importo del credito richiesto, la percentuale del tax credit “acqua potabile” effettivamente fruibile da ciascun beneficiario.

Al riguardo si ricorda quanto segue:

  1. l’art. 1, commi 1087 e 1089 , della Legge 30 dicembre 2020, n. 178 (legge di Bilancio 2021), ha introdotto un credito d’imposta per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare E290, per il miglioramento qualitativo delle acque destinate al consumo umano erogate da acquedotti;
  2. la norma è stata attuata con il Provvedimento direttoriale 16 giugno 2021, n. 153000/2021 , con il quale:
    a. sono stati definiti i criteri e le modalità di applicazione e fruizione del beneficio fiscale in commento;
    b. è stato approvato il modello di “Comunicazione delle spese per il miglioramento dell’acqua potabile”, da inviare all’Agenzia delle Entrate dal 1° febbraio al 28 febbraio dell’anno successivo a quello di sostenimento delle spese agevolabili;
  3. possono usufruire dell’agevolazione in esame le persone fisiche, i soggetti esercenti attività d’impresa, arti e professioni e gli enti non commerciali, compresi gli enti del Terzo Settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti;
  4. l’investimento dev’essere documentato da una fattura elettronica o da un documento commerciale in cui sia riportato il codice fiscale del soggetto che richiede il credito;
  5. i privati e in genere i soggetti diversi da quelli esercenti attività d’impresa in regime di contabilità ordinaria devono effettuare il versamento tramite banca, posta o altri sistemi di pagamento diversi dal contante. Tuttavia, il provvedimento specifica che, per le spese sostenute fino al 15 giugno 2021, sono comunque ritenuti validi i pagamenti effettuati in qualunque modo e la fattura può essere integrata, così come il documento commerciale attestante la spesa. A tal fine occorre annotare sui documenti il codice fiscale del soggetto richiedente il credito;
  6. il bonus è fruibile – successivamente alla presentazione della comunicazione – in compensazione con l’F24 oppure, per le persone fisiche non esercenti attività d’impresa o lavoro autonomo, anche nella dichiarazione dei redditi riferita all’anno della spesa e in quelle degli anni successivi fino al completo utilizzo del credito d’imposta;
  7. il bonus è riconosciuto nella misura del 50 per cento della spesa sostenuta, fino a un massimo di:
    – 1.000 euro di spesa per ciascun immobile per le persone fisiche;
    – 5.000 euro per ciascun immobile adibito all’attività commerciale o istituzionale, per gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni e gli enti non commerciali.

Agenzia-Entrate-prot-102326-2022-bonus-acqua-potabile-credito-pari-al-30-per-cento-dello-importo-richiesto

Piazza IV Novembre, 5 20025 Legnano
CF e PIVA 04713120964
Iscritti all'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano.

Lavora con noi

Il nostro successo quotidiano dipende dalla qualità delle persone che lavorano nel nostro Studio, è per questo che crediamo nel valore e nel potenziale umano.
Essendo le nostre realtà in continua espansione siamo sempre pronti ad investire su nuove risorse.
Entra a far parte del nostro Team! Inviaci il tuo curriculum vitae, valuteremo con attenzione la tua candidatura con l’obiettivo di coinvolgerti nelle nostre ricerche di personale.






    ALLEGA CURRICULUM VITAE

    Esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali al fine che venga fornito il servizio o eseguita la prestazione richiesta

    Lavora con noi - Work with us
    Close