Il Mef spiega il bonus verde su YouTube

Attraverso un video pubblicato sul proprio profilo YouTube, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha illustrato le principali caratteristiche del “bonus verde”, cioè l’agevolazione introdotta dall’art. 1, commi da 12 a 15, della legge di Bilancio 2018 (Legge 27 dicembre 2017, n. 205).

Al riguardo si ricorda quanto segue:

  1. l’agevolazione consiste in una detrazione nella misura del 36 per cento per gli interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi, nonché per la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili, anche se relativi a parti comuni di un condominio;
  2. l’agevolazione è riconosciuta fino ad un ammontare complessivo delle spese sostenute nel 2018 in misura non superiore a 5mila euro per unità immobiliare ad uso abitativo;
  3. tra le spese per cui spetta la detrazione sono comprese anche quelle di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi agevolati;
  4. il limite di spesa sul quale calcolare la detrazione spetta per ogni unità immobiliare oggetto di intervento; di conseguenza, in presenza di interventi di “sistemazione a verde” effettuati sia sulla singola unità immobiliare, sia sulle parti comuni di edifici condominiali, il diritto alla detrazione sarà riconosciuto su due distinti limiti di spesa agevolabile, ciascuno pari a 5mila euro;
  5. la detrazione riguarda “interventi straordinari di ‘sistemazione a verde’ (…) con particolare riguardo alla fornitura e messa a dimora di piante ed arbusti di qualsiasi genere o tipo”;
  6. è agevolato l’intervento di sistemazione a verde nel suo complesso, e quindi non il solo acquisto di piante o altro materiale;
  7. la detrazione, invece, non spetta per i lavori in economia;
  8. l’incentivo in esame spetta anche per l’acquisto delle piante per il giardino o i balconi;
  9. della misura possono usufruire solo le persone fisiche.
logo