Indennità 600 euro, nuove modalità di accredito del pagamento

Con il Messaggio 14 maggio 2020, n. 1981, l’Inps ha fornito istruzioni ai lavoratori titolari di conti/carte dell’Area SEPA (extra Italia) per la presentazione, attraverso l’utilizzo della procedura “Indennità 600 €”, dell’istanza per l’accesso alle indennità di cui agli artt. 26 , 27 , 28 , 29 , 30 e 38 del D.L. n. 18/2020.

Al riguardo, una volta entrati nella procedura, i richiedenti dovranno selezionare come modalità di pagamento: “Accredito su IBAN Area SEPA (extra Italia)”.

Presentata la domanda, il titolare di un IBAN che richiede il pagamento dell’indennità a carico dell’Istituto con accredito su un IBAN Area SEPA (extra Italia) è tenuto a trasmettere, alla casella di posta certificata dc.bilancicontabilitaservizifiscali@postacert.inps.gov.it, i documenti di seguito indicati:

  • copia del documento di identità del beneficiario della prestazione;
  • modulo di identificazione finanziaria (financial identification) predisposto dagli Organi della Comunità europea debitamente compilato e sottoscritto (Allegato n. 1). Detto modulo deve essere timbrato e firmato da un rappresentante della banca estera ovvero, come previsto (cfr. nota 5 del modulo), deve essere corredato di un estratto conto (nel quale siano oscurati i dati contabili) o una dichiarazione della banca emittente dai quali risultino con evidenza il codice IBAN e i dati identificativi del titolare del conto corrente o della carta ricaricabile dotata di IBAN.

Nella comunicazione di trasmissione dei predetti documenti, il lavoratore dovrà riportare, nell’oggetto, la seguente dicitura: “indennità decreto-legge 18/2020 – IBAN SEPA” e, nel testo, i propri dati identificativi (nome, cognome, codice fiscale).

logo