Iva al 10% sui lavori di recupero funzionali alle attività (autorizzate) di bonifica di siti inquinati

È applicabile l’aliquota Iva del 10 per cento a tutti i lavori di recupero funzionali alle attività di bonifica dei siti inquinati, sempreché risultino dal progetto di bonifica autorizzato dalle autorità pubbliche competenti: lo ha affermato l’Agenzia delle Entrate con la Risposta all’istanza di interpello 12 giugno 2020, n. 186.

Al riguardo si precisa quanto segue:

  1. ai sensi del n. 127-quinquies della Tabella A, Parte III, allegata al D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, si applica l’aliquota Iva del 10 per cento alle opere di urbanizzazione primaria e secondaria di cui all’art. 4 della Legge 29 settembre 1964, n. 847, integrato dall’art. 44 della Legge 22 ottobre 1971, n. 865;
  2. il richiamato art. 4 della Legge 847/1964, al secondo comma, lettera g) ricomprende tra le opere di urbanizzazione secondaria “le attrezzature (…) sanitarie”;
  3. ai sensi dell’art. 266, comma 1, del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 (Codice dell’Ambente), nelle attrezzature sanitarie di cui all’art. 4, comma 2, lettera g), della Legge 847/1964, sono ricomprese le opere, le costruzioni e gli impianti destinati alla bonifica di aree inquinate;
  4. con la Risoluzione 12 settembre 2007, n. 247/E, è stato chiarito che per il Ministero dell’Ambiente, della tutela del territorio e del mare:
    1. non è possibile fornire una definizione generale di “opere, costruzioni e impianti destinati alla bonifica di aree inquinate”, di cui al citato art. 266, comma 1, del D.Lgs. 152/2006, considerata “la varietà delle situazioni nelle quali si rende necessario intervenire per effettuare una bonifica”;
    2. di conseguenza, “l’ambito e le tipologie di interventi che occorre mettere in atto sono fissati nel singolo progetto di bonifica, che deve essere approvato dalle autorità competenti”.

In altre parole: le attività sopra richiamate possono considerarsi opere, costruzioni ed impianti destinati alla bonifica di aree inquinate a condizione che le stesse risultino inserite all’interno di un progetto di bonifica regolarmente approvato dalla competente autorità.

logo