Le Entrate confermano l’esclusione del “bonus verde” per i lavori in economia

Riepilogando le novità introdotte dalla legge di Bilancio 2019 (Legge 30 dicembre 2018, n. 145), la recente Circolare “Telefisco/Videoforum” dell’Agenzia delle Entrate n. 8/E del 10 aprile 2019 ha confermato l’esclusione dal “bonus verde” dei lavori effettuati in economia.

Al riguardo si ricorda quanto segue:

  1. l’art. 1, comma 68 , della richiamata Legge n. 145/2018, è intervenuto sull’art. 1, comma 12, della Legge 27 dicembre 2017, n. 205 (Legge di Bilancio 2018), disponendo la proroga, per il 2019, della detrazione Irpef spettante per gli interventi di sistemazione a verde;
  2. la detrazione è riconosciuta nella misura del 36 per cento delle spese documentate, fino a un ammontare complessivo non superiore a 5mila euro per unità immobiliare adibita ad uso abitativo, sostenute per la “sistemazione a verde” di aree scoperte private e condominiali di edifici esistenti, comprese le pertinenze, recinzioni, impianti di irrigazione, realizzazione di pozzi, coperture a verde e giardini pensili;
  3. le spese di progettazione e manutenzione sono agevolabili se connesse all’esecuzione degli interventi citati;
  4. sono quindi detraibili le opere che si inseriscono in un intervento di sistemazione a verde dell’intero giardino o area interessata, consistente nella riqualificazione ex novo dell’area a verde o nel radicale rinnovamento dell’esistente;
  5. è agevolato l’intervento di sistemazione a verde nel suo complesso e, quindi, non il solo acquisto di piante o altro materiale;
  6. l’incentivo è riconosciuto anche per l’acquisto delle piante per il giardino o i balconi;
  7. della detrazione possono usufruire soltanto le persone fisiche;
  8. l’agevolazione spetta – in presenza di tutti i requisiti previsti dalla legge – soltanto se le relative spese sono state pagate attraverso strumenti tracciabili, come il bonifico bancario o postale.

Il precedente comma 68 dell’art. 1 della Manovra 2019 è invece intervenuto sugli articoli 14 e 16 del D.L. 4 giugno 2013, n. 63, convertito con modifiche dalla Legge 3 agosto 2013, n. 90, disponendo la proroga, per il 2019, delle detrazioni spettanti ai fini delle imposte sui redditi per le spese sostenute per gli interventi di efficienza energetica, di ristrutturazione edilizia e per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici.

logo