Organo di controllo nelle Srl: dalla Conservatoria nessuna segnalazione immediata

In materia di nomina dell’organo di controllo o del revisore nelle Srl, il prossimo 16 dicembre entreranno in vigore le nuove regole introdotte dall’art. 379 del Codice delle crisi d’impresa e dell’insolvenza (D.Lgs. 12 gennaio 2019, n. 14), che ne prevedono l’obbligatorietà in caso di superamento di determinati limiti fissati dall’art. 2477 del codice civile, nella versione risultante dalle modifiche apportate dal predetto Codice e successivamente dal D.L. 18 aprile 2019, n. 32, convertito in legge n. 55/2019 .

In particolare:

  1. ai sensi del richiamato art. 2477 c.c., la nomina dell’organo di controllo o del revisore diventa obbligatoria qualora la società abbia superato per due esercizi consecutivi almeno uno dei seguenti limiti:
    1. totale dell’attivo dello stato patrimoniale: 4 milioni di euro;
    2. ricavi delle vendite e delle prestazioni: 4 milioni di euro;
    3. dipendenti occupati in media durante l’esercizio: 20 unità;
  2. per effetto del successivo quinto comma della medesima norma codicistica, l’assemblea che approva il bilancio in cui vengono superati i suddetti limiti deve procedere – entro 30 giorni – alla nomina dell’organo di controllo e del revisore.

In mancanza, a tale nomina provvede il Tribunale su richiesta di qualsiasi soggetto interessato o su segnalazione del conservatore del Registro delle imprese. In merito ai nuovi obblighi, Unioncamere ha fornito importanti chiarimenti alla luce delle nuove competenze attribuite al conservatore del Registro delle imprese.

Nello specifico, è stato precisato che non si procederà immediatamente con le segnalazioni da parte del conservatore agli uffici del Tribunale, ma sarà inviata preventivamente alle società, obbligate alla nomina del collegio sindacale o del revisore, una comunicazione “per sensibilizzarle sulla necessità di adeguarsi alla nuova disciplina contenuta nell’articolo 2477 c.c.”.

Nei prossimi giorni, comunque, la società InfoCamere invierà a tutte le Camere di Commercio l’elenco delle società del proprio territorio che ricadono nell’ambito di applicazione dei nuovi obblighi.

Si ricorda che nei giorni scorsi il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili – in un documento condiviso con Confindustria e Unioncamere – aveva ribadito la necessità di riconoscere alle Srl obbligate a dotarsi di un organo di controllo o di un revisore legale la possibilità di procedere alle nomine del collegio sindacale o del sindaco unico anche successivamente al 16 dicembre 2019.

logo