Processo tributario telematico, rinnovata la piattaforma per il deposito degli atti

In vista dell’obbligatorietà della notifica e del deposito telematico degli atti processuali, a decorerre dal 1° luglio 2019, l’applicazione PTT – la piattaforma di accesso al processo tributario telematico realizzata dal Dipartimento delle Finanze – è stata rinnovata con una nuova veste grafica. L’introduzione di menù dedicati e la nuova grafica, rende noto un comunicato pubblicato sul portale della Giustizia tributaria, permettono agli utenti un più immediato utilizzo di tutti i servizi accessibili dall’area riservata del PTT.

In particolare, l’home page del sistema informativo è ora organizzata in tre aree:

  1. “Deposito Telematico”, tramite cui è possibile inviare la propria nota di iscrizione a ruolo (NIR), depositando ricorsi ed atti successivi, completare note già precedentemente salvate in bozza ed effettuare una richiesta di accesso temporaneo al fascicolo per la parte non ancora costituita in giudizio;
  2. “Interrogazione Atti Depositati”, dalla quale si può ricercare una propria NIR già depositata o accedere al servizio Telecontenzioso;
  3. “Servizi e Utilità”, che permette di accedere ai servizi di conversione e verifica dei file da depositare, di utilizzare il servizio di compilazione della NIR per deposito cartaceo (in caso di controversie con valore della lite non superiore a 3mila euro e per le quali non ci si avvale di un difensore), di prenotare un appuntamento in Commissione Tributaria, nonché di calcolare il contributo unificato tributario (CUT) dovuto e pagarlo tramite PagoPA.

In proposito si ricorda che:

  • l’obbligo per tutte le parti processuali di utilizzare il Processo Tributario Telematico (PTT), a decorrere dal 1° luglio 2019, è stato introdotto dall’art. 16 del D.L. 23 ottobre 2018, n. 119, convertito con modificazioni in legge 17 dicembre 2018, n. 136
  • a decorrere da tale data gli atti processuali, i documenti e i provvedimenti potranno essere notificati e depositati esclusivamente mediante modalità telematiche, con conseguente abolizione del deposito cartaceo della documentazione presso le segreterie delle Commissioni tributarie;
  • il PTT, disciplinato dal D.M. 23 dicembre 2013, n. 163 , consente al difensore, previa registrazione attraverso il portale dedicato, di accedere al sistema informativo della Giustizia Tributaria (S.I.Gi.T. – PTT) e di depositare gli atti e i documenti processuali precedentemente notificati alla controparte a mezzo posta elettronica certificata. In particolare, tramite il processo tributario telematico è possibile:
    – notificare ricorsi e appelli;
    – costituirsi in giudizio;
    – depositare atti e documenti informatici successivi alla costituzione in giudizio;
    – consultare liberamente il fascicolo processuale e estrare e copie degli atti.
logo