Reddito di inclusione, da giugno istanze con il nuovo modello

A partire da domani, 1°giugno 2018, la domanda per l’accesso al Reddito di Inclusione (ReI) dovrà essere presentata con il nuovo modello pubblicato dall’Inps con il Messaggio 24 maggio 2018, n. 2120. Dalla stessa data, inoltre, non saranno più necessari i requisiti relativi alla composizione del nucleo familiare, come chiarito dall’Istituto previdenziale con il Messaggio 11 maggio 2018, n. 1972 .

A seguito di tali modifiche, sono stati apportati i necessari aggiornamenti ai canali di trasmissione delle istanze all’Istituto, il quale continuerà tuttavia a rendere disponibili ai punti di accesso le interfacce attualmente in uso per la trasmissione delle domande presentate anteriormente al 1° giugno 2018, che verranno gestite con la verifica dei requisiti familiari.

Al riguardo si ricorda quanto segue:

  1. l’art. 1, comma 192, della legge di Bilancio 2018 (Legge 27 dicembre 2017, n. 205) ha abrogato, con decorrenza 1° luglio 2018, tutti i requisiti familiari di cui all’art. 3, comma 2, del D.Lgs. 15 settembre 2017, n. 147;
  2. con la Nota 10 aprile 2018, n. 4292 , il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha precisato che dal mese di luglio 2018 i soggetti richiedenti il Rei dovranno risultare in possesso “di tutti i requisiti tranne quelli relativi alla composizione del nucleo familiare, di cui all’articolo 3, comma 2 , del decreto legislativo n. 147 del 2017”;
  3. di conseguenza è superato quanto riportato al paragrafo 2.2 della Circolare Inps 28 marzo 2018, n. 57 ;
  4. alla luce di quanto precede, tutte le domande presentate nel corso del 2018 e fino allo scorso 31 maggio, in possesso di DSU 2018, non accoglibili per la sola mancanza dei requisiti familiari saranno sottoposte a riesame di ufficio, con verifica dei requisiti alla data del 1° giugno 2018.
logo