Rottamazione-ter, il “lieve ritardo” non comporta la decadenza dal beneficio

|

In materia di “rottamazione-ter”, l’art. 3, comma 14-bis, del decreto collegato alla Manovra di fine anno (D.L. 23 ottobre 2018, n. 119) – approvato dal Senato ed ora all’esame della Camera – dispone che in caso di tardivo versamento delle rate non superiore a 5 giorni, non si produce l’effetto di inefficacia della definizione, e non sono dovuti interessi.

Al riguardo si ricorda che:

  1. la definizione sarà ammessa per i carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017;
  2. la domanda dovrà essere presentata entro il 30 aprile 2019, utilizzando l’apposita modulistica. La domanda – accompagnata da un documento di identità – potrà essere consegnata presso gli sportelli dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione (esclusa la regione Sicilia) oppure trasmessa alla casella pec della Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione competente;
  3. la presentazione della dichiarazione di adesione determina:
    1. la sospensione dei termini di prescrizione e decadenza;
    2. la sospensione – fino alla scadenza della prima o unica rata delle somme dovute – degli obblighi di pagamento derivanti da precedenti dilazioni in essere alla data di tale presentazione;
    3. l’inibizione all’iscrizione di nuovi fermi amministrativi e ipoteche, fatti salvi quelli già iscritti alla predetta data;
    4. il divieto di avviare nuove procedure esecutive e di proseguire quelle già avviate in precedenza, a meno che non si sia già tenuto il primo incanto con esito positivo;
    5. la condizione di “non inadempienza” (e, perciò, di “regolarità”) del debitore nell’ambito della procedura di erogazione dei rimborsi d’imposta ex art. 28-ter del D.P.R. n. 602/1973, nonché ai fini della verifica della morosità da ruolo, per un importo superiore a 5mila euro, all’atto del pagamento – da parte della P.A. e delle società pubbliche – di somme di ammontare pari almeno allo stesso importo (art. 48-bis del D.P.R. n. 602/1973 e D.M. n. 40/2008);
  4. a tal fine si devono utilizzare i seguenti modelli:
    • DA-2018, per la definizione agevolata dei carichi affidati alla riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017;
    • DA-2018-D, per la definizione agevolata dei debiti affidati alla riscossione a titolo di risorse proprie dell’Unione europea.
Piazza IV Novembre, 5 20025 Legnano
CF e PIVA 04713120964
Iscritti all'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano.

Lavora con noi

Il nostro successo quotidiano dipende dalla qualità delle persone che lavorano nel nostro Studio, è per questo che crediamo nel valore e nel potenziale umano.
Essendo le nostre realtà in continua espansione siamo sempre pronti ad investire su nuove risorse.
Entra a far parte del nostro Team! Inviaci il tuo curriculum vitae, valuteremo con attenzione la tua candidatura con l’obiettivo di coinvolgerti nelle nostre ricerche di personale.






    ALLEGA CURRICULUM VITAE

    Esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali al fine che venga fornito il servizio o eseguita la prestazione richiesta

    Lavora con noi - Work with us
    Close