Smart working, disponibile la procedura per la comunicazione con invio massivo

È disponibile online, sul sito Cliclavoro, la nuova procedura con cui i datori di lavoro possono comunicare, con modalità semplificate e in modo massivo, i nominativi dei dipendenti che svolgono le mansioni in smart working, secondo quanto previsto dall’art. 4 del D.P.C.M. 1° marzo 2020, e ora dall’art. 1, comma 1 , lettera n), del D.P.C.M. 4 marzo 2020. Si tratta della comunicazione obbligatoria prevista dall’art. 23 della legge n. 81/2017.

La comunicazione è a livello aziendale in quanto effettuata dall’impresa con modalità massiva, e non per singolo dipendente, come ordinariamente avviene per il deposito dei contratti di lavoro agile. La modalità semplificata richiede infatti l’indicazione dei soli dati anagrafici dell’azienda, per lo più precompilati dalla procedura informatica con l’inserimento del codice fiscale della società.

Devono essere allegati alla comunicazione:

  1. l’autocertificazione aziendale in formato Pdf/A;
  2. l’elenco dei lavoratori in formato excel ai quali è richiesto lo svolgimento della prestazione in smart working.

La nuova procedura semplificata consente inoltre alle aziende di comunicare al Ministero prestazioni svolte in lavoro agile anche da quei dipendenti che già utilizzavano questa modalità lavorativa per alcuni giorni alla settimana, ai quali l’azienda ha però chiesto un’estensione in ragione dell’emergenza sanitaria.

logo