Start-up innovative, procedura semplificata per l’intervento del Fondo di Garanzia

Le start-up innovative che intendono ottenere un finanziamento bancario possono chiedere l’intervento del Fondo di Garanzia per le PMI (FGPMI) gratuitamente, seguendo un’apposita procedura semplificata.

Al riguardo si precisa quanto segue:

  1. tali imprese sono esonerate dalla valutazione del merito creditizio ulteriore rispetto a quella già effettuata dall’istituto di credito, e la garanzia è concessa senza valutazione dei dati di bilancio dell’impresa o dell’incubatore;
  2. la garanzia può arrivare fino a 2,5 milioni di euro per impresa, e coprire fino all’80 per cento di ciascun prestito concesso;
  3. per poter accedere all’incentivo in esame occorrono due requisiti:
    a. essere una startup innovativa o incubatore certificato (ai sensi dell’art. 25, commi 2 e 5, del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con modifiche dalla Legge 17 dicembre 2012, n. 221), iscritto nella sezione speciale del Registro delle imprese;
    b. il soggetto finanziatore non deve acquisire alcuna garanzia, reale, assicurativa o bancaria sull’operazione finanziaria;
  4. il 20 per cento dell’importo dell’operazione finanziaria rimane a carico del soggetto finanziatore, non essendo assistita da alcuna garanzia, reale assicurativa o bancaria;
  5. qualora il soggetto finanziatore acquisisca garanzie reali (assicurative o bancarie), se la dichiarazione attestante l’iscrizione della startup o dell’incubatore nell’apposita sezione speciale del Registro delle imprese è presente, viene fatta salva la concessione dell’intervento a titolo gratuito; se invece tale dichiarazione manca, rimangono valide le procedure ordinarie.

Si ricorda inoltre che:

  1. il fondo non interviene direttamente nel rapporto tra banca e impresa; pertanto tassi di interesse e condizioni di rimborso sono lasciati alla contrattazione tra le parti;
  2. l’impresa non può inoltrare la domanda direttamente al fondo, dovendo rivolgersi a una banca oppure a un Confidi accreditato, che garantirà l’operazione e chiederà la controgaranzia al fondo stesso;
  3. maggiori informazioni sono reperibili sul sito www.fondidigaranzia.it.
logo