Voli nazionali, l’Iva applicata ai supplementi facoltativi non può essere considerata “prevedibile”

L’Iva applicata alle tariffe dei voli nazionali e la tariffa amministrativa per gli acquisti effettuati con una carta di credito diversa da quella prescelta dal vettore aereo costituiscono elementi di prezzo inevitabili e prevedibili: lo ha affermato la settima sezione della Corte di Giustizia Ue con la sentenza 23 aprile 2020, causa C-28/19. Si tratta infatti di una tassa, ai sensi della seconda e della terza frase dell’art. 23, paragrafo 1, del Regolamento n. 1008/2008, che si applica automaticamente in occasione di qualsiasi prenotazione di un volo nazionale.

Per gli eurogiudici, inoltre, gli oneri connessi al check-in dei passeggeri il cui pagamento può essere evitato avvalendosi di un’opzione di check-in gratuito nonché l’Iva applicata ai supplementi facoltativi per i voli nazionali, costituiscono un supplemento di prezzo opzionale, ai sensi dell’art. 23, paragrafo 1, quarta frase, del citato Regolamento n. 1008/2008. Infatti, benché possa essere qualificata come inevitabile a causa del suo carattere obbligatorio, l’Iva applicata ai supplementi facoltativi per i voli nazionali non può essere considerata prevedibile, poiché è intrinsecamente connessa ai supplementi facoltativi la cui scelta spetta esclusivamente al passeggero. Il vettore aereo non può conoscere sin dall’inizio i supplementi opzionali che il cliente sceglierà, cosicché l’importo dell’Iva relativa a tali supplementi non può essere incluso nel prezzo finale prevedibile che dev’essere indicato al momento della pubblicazione dell’offerta.

Per la Corte Ue, infine, se una tassa è relativa alla tariffa passeggeri, essa dev’essere indicata separatamente con tale tariffa sin dalla prima indicazione del prezzo finale da pagare, mentre se riguarda un supplemento di prezzo opzionale, essa dovrà e potrà essere indicata nel prezzo finale da pagare solo al momento dell’indicazione del supplemento. In quest’ultimo caso, l’importo della tassa deve risultare chiaramente nel prezzo dei servizi opzionali sin dalla visualizzazione di questi ultimi.

logo