Entro il 20 aprile la dichiarazione e il versamento Iva da parte dei soggetti che hanno aderito al MOSS

Scadrà il 20 aprile il termine entro il quale i soggetti aderenti al MOSS sono tenuti a:

  1. presentare in forma telematica un’apposita dichiarazione, relativa al primo trimestre 2019, al fine di assolvere l’adempimento previsto dall’art. 74-quinquies, comma 6, del D.P.R. n. 633/1972;
  2. versare l’Iva trimestrale. Al riguardo si ricorda quanto segue:
    1. sono tenuti a tale adempimento i soggetti che aderiscono al regime facoltativo MOSS per i servizi di telecomunicazione, teleradiodiffusione ed elettronici prestati a persone che non sono soggetti passivi IVA (B2C) stabiliti in altri Stati membri;
    2. il soggetto registrato, accedendo alla propria area riservata e seguendo le istruzioni ivi fornite, deve presentare, anche in mancanza di operazioni, la dichiarazione Iva MOSS compilando l’apposito schema online;
    3. la dichiarazione deve contenere l’indicazione del numero identificativo IVA, del periodo di riferimento, della valuta utilizzata nonché delle prestazioni effettuate, suddivise per ciascuno Stato membro del consumatore;
    4. dalla dichiarazione trimestrale devono risultare, tra l’altro, l’ammontare delle prestazioni di servizi effettuate, le aliquote applicate in relazione allo Stato membro di domicilio o residenza dei committenti e l’IVA dovuta in ciascuno Stato;
    5. in assenza di operazioni, la dichiarazione va comunque presentata con saldo pari a zero;
    6. il versamento dell’imposta risultante dalla dichiarazione va fatto:
      • per i soggetti registrati al regime UE, accedendo alla propria area riservata e seguendo le istruzioni ivi fornite, con addebito sul proprio conto corrente postale o bancario;
      • per i soggetti registrati al regime non UE e per quelli che non sono in possesso di conto bancario o postale in Italia, mediante bonifico su un conto aperto presso la Banca d’Italia, il cui codice Iban è disponibile sul Portale MOSS.
logo