Società di mutuo soccorso, in Gazzetta le modifiche alla procedura di iscrizione al Registro delle imprese

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dello Sviluppo economico che apporta ulteriori modifiche al D.M. 6 marzo 2013 , in materia di iscrizione delle società di mutuo soccorso nella sezione del Registro delle imprese relativa alle imprese sociali e nell’apposita sezione dell’albo delle società cooperative.

Il provvedimento in esame segue il D.M. 10 ottobre 2017 , intervenuto al fine di:

  1. sostituire i richiami all’abrogato D.Lgs. 24 marzo 2006, n. 155, con quelli al D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 112;
  2. introdurre una disposizione di raccordo del richiamato D.M. 6 marzo 2013 con quanto previsto dall’art. 44, comma 2, del citato D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117;
  3. semplificare la procedura di iscrizione nel Registro delle imprese dell’organo amministrativo, analogamente a quanto previsto per le società di capitali e le società cooperative.

Si ricorda che ai sensi dell’art. 4 del menzionato D.Lgs. n. 117/2017, le società di mutuo soccorso si considerano enti del Terzo Settore, accanto a:

  • organizzazioni di volontariato;
  • associazioni di promozione sociale;
  • enti filantropici;
  • imprese sociali;
  • cooperative sociali;
  • reti associative;
  • associazioni, riconosciute o non riconosciute;
  • fondazioni;
  • altri enti di carattere privato diversi dalle società costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale mediante lo svolgimento di una o più attività di interesse generale in forma di azione volontaria o di erogazione gratuita di denaro, beni o servizi, o di mutualità o di produzione o scambio di beni o servizi, ed iscritti nel registro unico nazionale del Terzo Settore.

Si ricorda inoltre che ai sensi dell’art. 6, comma 1, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 601, tra gli enti cui spetta la riduzione alla metà dell’Ires vi sono anche le società di mutuo soccorso. La norma è stata abrogata dalla legge di Bilancio 2019 (Legge 30 dicembre 2018, n. 145), ma a fronte delle proteste del mondo del volontariato il Governo si è impegnato a ripristinarla nelle prossime settimane.

logo